top of page

Il Canarino Incantato – Il nuovo campo giochi a Maria Madre della Chiesa




Una nuova opportunità d’incontro tra una parte della nostra comunità cristiana, le istituzioni e il territorio si è compiuta giovedì 18 aprile, con l’inaugurazione del nuovo campo giochi a Maria Madre della Chiesa. I volontari del Distretto Lions 108Ib4 “Milano Città Metropolitana”, nella scorsa estate, hanno preso contatto con don Paolo: hanno iniziato a essere presenti nel doposcuola e al bar, contribuendo anche a tinteggiare gli interni dell’oratorio di Maria Madre della Chiesa. Altre iniziative che i Lions seguiranno nei prossimi mesi comprenderanno controlli gratuiti del diabete, che si affiancheranno a quelli, svolti sabato 20 aprile, della vista, soprattutto per bambini.

Il campo giochi, che comprende uno scivolo, due giochi a molla, due altalene e le vicine panchine, rappresenta quindi l’aspetto visibile di un lavoro nascosto, come ha sottolineato don Paolo nel suo breve discorso prima del taglio del nastro tricolore che circondava i nuovi giochi. «La conoscenza reciproca è sicuramente qualcosa di bello», ha continuato, perché aiuta a comprendere che «Gratosoglio non è solo un disastro».

Sulla stessa scia si è espressa Lucia Cavallo, assessora allo Sport e Tempo Libero, Verde e Ambiente, alle Politiche e Centri di Aggregazione Giovanile del Comune di Milano, nonché vicepresidente del Municipio 5: «Gratosoglio è una fucina di energie creative: se così non fosse, sarebbe collassato da tempo».



I presenti all’inaugurazione sono quindi stati invitati a spostarsi nel salone teatro «Franco Grossi» di Maria Madre della Chiesa, offerto dal coro composto da due classi quarte dell’Istituto Comprensivo Arcadia, altra realtà sostenuta dai Lions tramite due socie, le sorelle Chiara e Nicoletta Feola. L’esecuzione di due brani del compositore per l’infanzia Aldo Rossi (la pacata «Lullaby for “Tigre”» e «Jack il Buono», country dedicato a un insolito cowboy), ma anche una ninnananna in dialetto veronese e l’Inno alla Gioia in tedesco hanno concluso la serata, insieme alle esecuzioni di altri due membri dei Lions, Raffaele e Nicolò Bertolon, rispettivamente al clarinetto basso e al clarinetto.

Sul finale, il Governatore del Distretto Lions 108Ib4 Claudio Chiarenza ha preso la parola, per ringraziare i volontari che hanno lavorato al campo giochi e che erano anche loro presenti. «Essere Lions è essere qui, ascoltare le persone che hanno bisogno e pian pianino migliorare la situazione», ha sintetizzato, rimandando ad altre occasioni future di collaborazione con le nostre parrocchie, a sostegno di tutto il quartiere.


Emilia Flocchini

161 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page