Cerca

Preghiera e digiuno per la pace

Aggiornamento: 5 mar


Rivolgendo un appello a «credenti e non credenti», papa Francesco invita il 2 marzo a una Giornata di preghiera e digiuno:

«Gesù ci ha insegnato che all’insensatezza diabolica della violenza si risponde con le armi di Dio, con la preghiera e il digiuno. La Regina della pace preservi il mondo dalla follia della guerra».

Chi desidera può pregare in chiesa insieme ad altri fedeli:

ore 16,30 recita del Rosario a Maria Madre della Chiesa

ore 17,30 recita del Rosario a San Barnaba

Oltre al 2 marzo, invitiamo tutti ad intensificare le occasioni di preghiera per la pace: personalmente e in famiglia con l’Ave Maria al suono delle campane alle 19 o all’inizio della cena,

in chiesa con la partecipazione (chi può) alla Messa feriale: nella prossima settimana saranno

tutte per invocare il dono della pace, con le orazioni e le antifone proprie della Messa votiva (il PDF con le antifone è scaricabile qui).



Esprimiamo la vicinanza anche con la preghiera alla Comunità ucraina che fa riferimento al proprio parroco don Igor Krupa nella chiesa dei SS. Giacomo e Giovanni di via Meda, dove sempre mercoledì 2 marzo, alle 19.00, si terrà un incontro di preghiera.


«La guerra è il più grande disastro e la più grande pazzia che l’uomo può fare»

sostiene don Igor Krupa:

«noi facciamo parte di quella generazione che la guerra la vede solo dai filmati ma in Ucraina la guerra c’è dal 2014: nel Donbass non hanno mai smesso di sparare e tanti ragazzi hanno continuato a morire».

AGGIORNAMENTO 05/03/2022:

Ecco invece le modalità che suggeriamo per renderci utili nei confronti dei fratelli ucraini in così grave difficoltà.





105 visualizzazioni0 commenti