top of page

Non spegnete il sorriso!


E così sembra che ci risiamo! Un anno e come al Monopoli si fa un giro completo per ritornare al via!

Ci hanno detto che avremmo avuto più strumenti, che, sacrificando il Natale, avremmo salvato la Pasqua e invece... l'unico modo per contrastare questo virus restano il distanziamento e la chiusura


Questa volta, oltretutto, sembra che proprio sui ragazzi pesi la minaccia e da loro il rischio che si diffonda a dismisura la malattia altrimenti non si capurebbe la chiusura della scuola e di tutti i punti aggregativi, oratorio e sport compresi ed è anche vietata la possibilità di incontri formativi pur se condotti in chiesa.


Io sono convinto che le nuove generazioni siano particolarmente forti se è capitata loro una prova così difficile.

Vorrei invitare i ragazzi a non spegnere il sorriso, non dimenticare di alzare lo sguardo e di essere quel granello di sale che può dare sapore al mondo cambiandolo e migliorandolo più di quello che le generazioni precedenti a loro hanno fatto.


L'oratorio non si ferma! C'è uno Spirito che non si può che assecondare.

Da settimana prossima stileremo un nuovo programma e lo pubblicheremo qui e mi aspetto adesione, entusiasmo, grinta! Non c'è notte così lunga che non sia destinata a finire.

Grazie.

Don Giovanni


50 visualizzazioni1 commento

1 Comment


Siamo giustamente tutti molto preoccupati per la vita delle persone di una certa età che questo virus ha voluto colpire con estrema cattiveria e giustamente siamo tutti impegnati nella lotta contro la pandemia cercando di contenere la diffusione, assumendo comportamenti indicati dalle autorità competenti.

Purtroppo c'è da dire che non tutti hanno percepito correttamente il pericolo e quindi assistiamo a comportamenti discutibili da parte di giovani che, inconsapevolmente, diventano veicolo di contagio a danno delle proprie famiglie e dei propri cari (genitori nonni).

Va anche detto però che questi giovani non vanno criticati ma compresi e ancor meglio informati.

Chiediamo a loro un sacrificio enorme, chiediamo di rinunciare alla socialità e alla loro naturale condivisione di vita che è elemento…


Like
bottom of page