Don Giovanni Salatino

don%252520Giovanni_edited_edited_edited.

Vicario Parrocchiale con incarico di Pastorale Giovanile

 

Sono nato a Rho in provincia di Milano da papà Leonardo e mamma Giuseppina entrambi di origine meridionale, da terre affacciate rispettivamente sull’Adriatico e sul Tirreno. Passo la mia infanzia fra Corsico e Cesano Boscone, periferia innervata di fatiche, verità e grande dignità. Papà è stato operaio alle Ferrovie dello Stato e la mamma era casalinga. Come ebbi modo di dire ringraziandoli durante l’omelia della mia prima messa, i valori che ho imparato da loro in termini di onestà, di impegno civile e di coerenza non li avrei mai potuti apprendere nemmeno leggendo i libri di tutte le biblioteche del mondo!

A dodici anni scopro la bellezza dell’oratorio della mia parrocchia di Sant’Ireneo al quartiere Tessera: qui ho passato la gran parte del mio tempo libero e ho conosciuto amici straordinari e adulti di riferimento fra cui i miei sacerdoti don Luigi Conti e don Giampiero Alberti. Ho frequentato il Liceo Scientifico G. B. Vico di Corsico maturandomi nel luglio del 1997.

In quell’autunno, dopo anni di maturazione vocazionale, entro nel Seminario Diocesano a Saronno per poi trasferirmi a Seveso e infine a Venegono. Figura certamente esaltante e capace di lasciare un segno indelebile nella mia vita è stato il Cardinale Carlo Maria Martini che, con i suoi scritti e il suo pensiero, mi è stato da padre nella mia adolescenza e nella mia giovinezza.

Vengo ordinato sacerdote il 7 giugno 2003 per l’imposizione delle mani dell’Arcivescovo il Cardinale Dionigi Tettamanzi.

Inauguro il mio ministero nel luglio del 2003 alla Barona presso la parrocchia dei ss. Nazaro e Celso alla Barona sotto la guida di don Roberto Rondanini, mio primo parroco.

In Barona mi sono occupato dell’oratorio e ho assunto la responsabilità del Progetto Giovani all’interno dell’Associazione Sviluppo e Promozione coordinando un doposcuola per oltre 30 ragazzi in difficoltà delle scuole medie di zona.

Nel 2008 compio con i miei giovani un viaggio capace di farmi cambiare per sempre prospettiva su di me e sul mondo: a Sarajevo in Bosnia ed Erzegovina, l’incontro con i bambini degli orfanotrofi di quella città e con la cultura di quel Paese, mi ha consegnato la chiave interpretativa che ancora oggi ispira alcune scelte e prese di posizione. Da allora Sarajevo è la mia città di elezione, quella Gerusalemme d’Europa in “cui tutti sono nati” e in cui ritrovo “le mie sorgenti” e con me gli oltre 1000 giovani che in questi anni non ho smesso di accompagnare a più riprese in campi di animazione e viaggi di conoscenza.

Nel 2010 divento responsabile della Pastorale Giovanile anche degli oratori di Santa Bernardetta e San Giovanni Bono sempre in Barona.

Nel 2013 arrivo a Gratosoglio quartiere in cui assumo la responsabilità sui due oratori di San Barnaba e Maria madre della Chiesa. In Gratosoglio nasce fin da subito la collaborazione con l’Associazione Piccolo Principe con cui gestiamo progetti professionali a livello educativo e sociale fra cui il Campus di educazione alla pace e il progetto Scholé, approdo e punto di partenza per molte progettualità educative.

Sia in Barona che in Gratosoglio sono stato insegnante di religione presso le scuole medie Ilaria Alpi e Arcadia.

Tifo Roma, non bevo alcool, mi piace spostarmi in bicicletta, leggo e nutro sogni più di quanto riesca a viverne!

Qui di seguito alcune delle mie omelie, dei miei sermoni, dei miei pensieri,

  • Facebook
  • Instagram